Massimo Tresoldi

E’ conosciuto nell’ambiente motociclistico sia perché ha una avviatissima officina di riparazione e preparazione moto, sia per il suo passato da pilota.

Nella sua vita ha potuto maturare varie competenze che lo possono definire meccanico e appassionato a “tutto tondo” dapprima nell’ambito del fuoristrada, grazie anche alle esperienze vissute in prima persona alla Dakar come meccanico nel 1999 e come pilota nel 2001-2002-2005, e successivamente convertito alla velocità, dal 2005 dove per alcuni anni ha disputato il Mondiale Endurance come responsabile tecnico del Team:  “in particolare nel 2006 anno dell’esordio, siamo arrivati terzi di categoria al termine di una stagione entusiasmante”

Ma Massimo è un po’  più di questo: “sono una persona normalissima a cui piace andare in moto: ho iniziato con motocross a 17 anni, passato in seguito ai Motorally mi sono legato a Suzuki con il quale ho corso tutte le gare di rally italiane e internazionali e la Dakar

Ho vissuto la Dakar in quasi tutte le sue sfumature avendo sempre corso da pilota privato: ho sempre fatto tutto da solo, quindi alla fine delle tappe, una volta montata la tenda dovevo prendermi cura della moto prima di poter andare a dormire, e nel 2002 ho provato l’immensa gioia di arrivare fino al traguardo: il leggendario Lago Rosa! E’ stata davvero una grande emozione e sono molto orgoglioso anche perché è stata una gara molto dura a livello fisico, mentale e meccanico.

La vita mi ha regalato tante possibilità e tante soddisfazioni diverse, sia personali che a livello professionale, ogni esperienza è stata unica come le emozioni che ho vissuto.

Prima di chiudere l’intervista facciamo l’ultima domanda: che cosa faresti se per magia avessi di colpo 20 anni di meno??? “partirei per una nuova Dakar perché l’Africa una volta che l’hai conosciuta…. ti rimane per sempre dentro!!!!!!!!

 

 

%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close