Trop Secret

Lo sapete che esiste una documentazione di vendita segreta per aiutare i concessionari a vendere l’Africa Twin ? Puó sembrare un pó ridicolo (col senno di poi) che la Honda si fosse tanto preoccupata di creare una brochure interna per un modello diventato col tempo un’autentica icona della moto, ma nel gennaio 1988 non era tutto così ovvio e scontato.

sm1La Honda, analizzando i dati di vendita, aveva verificato che il trend in Europa era in rapida ascesa tanto che le vendite nel comparto si erano triplicate in pochi anni trascinate dal fenomeno Dakar, dal look accattivante e dai limitati costi di acquisto e manutenzione.

I competitor si stavano attrezzando con diverse “Dakar Replica” con mega serbatoi, avviamento elettrico e grafiche racing.

L’Africa Twin con lo stile e i colori della pluripremiata vincitrice della Dakar sarebbe stata capace di far voltar la testa a tutti sulle strade del mondo.

Nel 1987 la Transalp aprì un nuovo comparto il cosidetto “on/off long distance tourer“, ma la Honda voleva ribadire il proprio ruolo di leader di mercato, rispondendo al desiderio dei privati di vivere la possibilità di partecipare alla Dakar, offrendo la migliore moto del comparto di tendenza del momento.

Ma quali erano i PLUS di mercato di questa moto ?

coppia

I paramani capaci di proteggere da vento e polvere, la leva del freno era aggiustabile per tutte le grandezze delle mani.

Il Maxiserbatoio completamente integrato nella moto con abbassamento e accentramento delle masse per renderla più fruibile nei cambi di direzione.

Un portapacchi robusto fatto di metallo tubolare capace di trasportare fino a 20kg rimanendo integrato nel design della moto.

La lunga sella scamosciata che si integra nello spazio andando a sovrapporsi al serbatoio per un maggior controllo della moto.

Il kit di manutenzione nascosto in un apposito vano ricavato nelle fiancatine laterali.

Lo scarico cromato di acciaio color bronzo che ottimizza la potenza e coppia del motore.

I dischi dei freni da 240mm dietro e 260mm davanti sono stati alleggeriti con un disegno apposito e dotati di apposite protezioni contro gli urti.

La sospensione Pro-link in alluminio per offrire il massimo comfort in marcia e l’assorbimento di tutte le asperità del fondo stradale

I pedali del pilota e del freno retrattili in modo da non essere danneggiati o piegati in caso di urti o cadute accidentali

Una strumentazione molto visibile con grandi indicatori a lancette delle informazioni importanti, una zona separata dedicata alle spie di segnalazione

Un cupolino appositamente disegnato per garantire contemporaneamente la possibilità di deviare i flussi d’aria e mantenere l’efficenza di raffreddamento necessaria.

Ampi fari da 130mm con lampade da 35 watt che permettono una visuale panoramica; i fari sono protetti da un’apposita griglia contro sassi e detriti.

Forcelle anteriori con escursione di 230mm con soffietti contro fango e sporcizia e una placca integrata per offrire maggiore rigidità

Nuovi raggi tangenziali per offrire maggior facilità di manutenzione e riduzione del peso

Larghi radiatori frontali per mantenere la temperatura d’esercizio stabile ed efficente.

Paramotore di alluminio a guardia delle parti meccaniche e del motore

Motore con avviamento elettrico da 647cc, V-Twin sfasato a 52 gradi, con sistema per eliminare le vibrazioni

Cerchioni anodizzati dorati da 21 pollici frontale e 17 pollici al posteriore per garantire la necessaria trazione

%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close