Le pagelle

Quando si danno le pagelle, è sempre difficile attribuire un voto corretto a tutti coloro che hanno intrapreso una grande avventura come la Dakar, a cui andrebbe un 10 fisso per coraggio e tempra fisica, comunque ci proviamo lo stesso, analizzando la gara dei nostri campioni giunti a Dakar.

EDI ORIOLI: voto 10

Giusta gloria al vincitore, nonostante la macchina organizzativa Honda Italia sia stata deficitaria. Vittoria costruita su regolarità e un paio di colpi vincenti soprattuto a Tessalit dove ha chiuso la gara da campione.

FRANCO PICCO: voto 9,5

Se alcune speciali non fossero state annullate forse il testa a testa con Orioli sarebbe finito sulle sponde del Lago Rosa, ma un pizzico di fortuna è mancato quest’anno. Picco è un grande pilota, ottimo navigatore, con una volontà di ferro che ha saputo rialzarsi nonostante una caduta tremenda che avrebbe fatto ritirare molti piloti.

CLAUDIO TERRUZZI: voto 9+

Determinato e velocissimo con una naturale predisposizione alle cadute, ha vinto due tappe, ma la sua posizione risente della rottura della gomma anteriore. La decisione di coprire le spalle ad Orioli gli è costata la quarta posizione.

FRANCO GUALDI: voto 9

Il sesto posto del bergamasco è un pó poco per un Team partito per spaccare la Dakar; unico demerito per Gualdi è stato quello di non essere diventato uomo guida una volta che sono venuti a mancare gli uomini di riferimento. Gualdi è riuscito a fare comunque meglio di Bacou e Picard.

GIAMPIERO FINDANNO: voto 8,5

Ha preceduto in classifica anche il proprio caposquadra Gaston Rahier, padre/padrone del Team. Protagonista nelle posizioni di vertice, è rimasto attardato prima della sosta di Agadez.

GIUSEPPE GUALINI: voto 8

Ha avuto inizialmente problemi di motore e ha dovuto recuperare con fatica, sempre lontano dai primi ha saputo peró togliersi molte soddisfazioni cavandosela anche laddove molti piloti ufficiali si sono arresi.

ALDO WINKLER: voto 7,5

Riservato, timido che corre per pura passione, partito già con 3 ore di penalità in Francia, sarebbe potuto arrivare molto più avanti in classifica

BRUNO BIRBES: voto 7

Mille difficoltà per il pilota bresciano che nonostante tutto ha dimostrato una resistenza fuori dal comune, togliendosi una grande soddisfazione arrivando sino a Dakar

%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close