L’assemblatore

Per le nostre consuete e interessanti interviste andiamo oggi a conoscere uno dei personaggi più leggendari e riservati del mondo delle Africa Twin, Marco Iavarone.

Se qualche volta avete sentito frasi del tipo “c’è uno che fa le moto della Dakar” oppure “ho visto in giro un’ Africa che sembrava un carro armato” di sicuro c’è di mezzo il suo zampino.

Ma c’è una caratteristica che colpisce subito appena lo contattiamo al telefono: una levità, gentilezza e modestia quasi stupefacente per un autentico mito di questo mondo.

Mi sarei onestamente aspettato uno “sborone”, un “só tutto io”, un “io sono il punto di riferimento e voi non siete un cazzo”, ma invece è esattamente il contrario.

Forse chi è veramente un grande non ha bisogno di tanti proclami…fa e non parla.

Raggiungiamo Marco al telefono e sentiamo qualche strano rumore in sottofondo come un martellare su fondo metallico…Pronto ? TOC ….Ciao sei pronto per l’intervista ? …TOC…Certo !… TOC …tutto ok ?…,TOC… Si, si…TOC…sto sostituendo i cuscinetti di sterzo di una Marathon…TOC…ahhh ok…allora cominciamo !!!

“Sono sempre stato un appassionato della Dakar sin dalle prime edizioni…TOC…e affascinato da questi piloti che affrontavano il deserto in condizioni estreme con una voglia insaziabile di avventura…TOC…

Ho ovviamente una grandissima stima dei piloti ufficiali che hanno corso le diverse edizioni…TOC…, ma i miei veri eroi sono i privati che partivano per Dakar con una bussola magari comprata sul Postal Market e il fruttivendolo sotto casa come sponsor…TOC…

Per me in quel periodo Dakar era sinonimo di Yamaha Tenere di cui ero innamoratissimo…TOC…poi nell’88 ho visto l’Africa Twin RD03 e da lì ho avuto una folgorazione e ben 35 Africa Twin…TOC…

Per me l’Africa Twin RD03 è LA Africa Twin, …TOC…ne hanno fatte diverse altre, ma questo è il modello che più si avvicina alla filosofia e spirito dei Rally Africani di cui mi sono appassionato…TOC…

La mia passione mi ha portato a specializzarmi nella creazione delle Dakar Replica…TOC…ne ho fatte diverse, anche di diverse marche, ma quella che preferisco è l’Africa Twin Marathon…TOC…

Ne ho una originale, che ha corso davvero in Africa durante il famoso progetto “Objectif Dakar” e sto lavorando su una seconda che ho acquistato da poco…TOC…, ma ho avuto anche diversi clienti che mi hanno richiesto di “Marathonizzare” la loro moto.

Questa mia passione mi ha permesso di conoscere tante persone diverse …TOC…tra cui i veri piloti della Dakar che mi hanno raccontato incredibili storie delle loro avventure…TOC…

Uno dei momenti più emozionanti della mia vita…TOC…è stato quando sono stato contattato dalla Honda per esporre la mia Marathon originale al Salone della Moto EICMA del 2016 per la presentazione della nuova Africa Twin CRF1000; mi sono messo un pó in disparte a vedere cosa facevano i visitatori e mi sono goduto commenti del tipo “guarda !!! Una moto della Dakar !!!, oppure “quella è la vera Africa Twin !!!” o ancora “credevo che fosse una leggenda…invece esiste davvero !!!”…TOC…

È stata davvero una grande esperienza anche perchè come ringraziamento la Honda mi ha invitato ad un test raid in Sardegna di prova delle nuove Africa Twin…TOC…; in quell’occasione ho avuto la fortuna di conoscere Alberto Porta, giornalista Mediaset, che mi ha raccontato il lavoro enorme fatto a suo tempo per riuscire a mandare in onda i servizi sulla Dakar di Italia 1…TOC…

Devo dire che queste moto mi hanno dato davvero tanto …TOC…anche se hanno richiesto molte delle mie notti e sottratto all’affetto dei miei cari che qualche volta una martellata me la darebbero sulla testa…TOC…, ma ho cercato sempre come un assemblatore di rimanere fedele ai minimi dettagli delle moto costruite…TOC… soprattutto grazie ad un formidabile team di super specialisti come Ivan della Cirw line, Ivano, Luciano e Maurizio Carenzio che non mi hanno mai abbandonato in questa mia avventura…TOC…

Mi rimane un sogno nel cassetto da realizzare, ma per scaramanzia rimane per ora riservato finchè lo realizzeró.

…TOC……TOC……TOC…il cuscinetto è finalmente uscito e l’intervista è finita.

%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close